Perché investire in un impianto di raffrescamento

Dotarsi di un adeguato impianto di condizionamento è per le aziende una misura importante e indispensabile. I motivi sono molteplici e sono legati alla necessità di garantire la maggiore vivibilità dei luoghi di lavoro, mettendo chi ne usufruisce per diverse ore al giorno nelle migliori condizioni per svolgere i propri compiti.

 

Tra le soluzioni più interessanti per quanto riguarda i prodotti di condizionamento industriale ci sono i raffrescatori, apparecchi che sfruttano il sistema dell’evaporazione per produrre un’aria più fresca e pulita. Un’alternativa ai classici condizionatori rispetto ai quali presentano un impatto ambientale considerevolmente più basso, nonché una maggiore qualità del servizio. 

 

Per le aziende rappresenta un’opportunità importante dal momento che permette non solo di avere un approccio green all’interno degli ambienti di lavoro ma anche un modus operandi di maggiore qualità a fronte di un investimento conveniente.

Impianto di raffrescamento: perché è un investimento interessante

Il sistema di raffrescamento evaporativo, come abbiamo accennato, basa il suo funzionamento sul principio dell’evaporazione, ovvero sull’aspirazione dell’aria calda attraverso filtri intrisi d’acqua fredda che consentono di abbassare la temperatura ottenendo un’aria non solo più fresca ma anche purificata.

 

I benefici sono importanti in primo luogo dal punto di vista dei consumi, grazie a una minore quantità di anidride carbonica prodotta e a una produzione ridotta di elettricità, ma anche per quanto riguarda la fruizione. I raffrescatori si caratterizzano infatti per:

 

 

  • Semplice utilizzo.
  • Temperature confortevoli.
  • Un impianto che presenta maggiore efficienza produttiva.
  • Manutenzione facile da attuare e a fronte di costi ridotti.
  • Minore impatto sull’ambiente.

 

 

I Raffrescatori Flow aggiungono a questi elementi anche un altro vantaggio che non è da sottovalutare, ovvero la versatilità e l’adattabilità alle esigenze dell’azienda. Come? Grazie alla realizzazione di due modelli: fissi, perfetti per ambienti di dimensioni importanti, e mobili, che si spostano in maniera pratica grazie alle ruote, adatti a tutti i tipi di spazio. Vediamo meglio come funzionano.

Impianto di raffrescamento fisso

Gli impianti di raffrescamento fissi sono l’ideale per ambienti di grandi dimensioni. Prima di procedere con l’installazione è bene verificare le caratteristiche della struttura e la metratura in modo da poter scegliere il modello più adatto allo spazio di interesse. Perfetti da essere posizionati su tetto o sulle finestre sono in grado di migliorare la diffusione dell’aria fresca all’interno degli ambienti di lavoro, tenendo sotto controllo i flussi d’aria in entrata e in uscita.

Impianti di raffrescamento mobili

I raffrescatori industriali mobili a differenza di quelli fissi sono la soluzione ideale per rinfrescare aree localizzate di piccole dimensioni. Inoltre, non necessitando di installazione, possono essere posizionati in qualsiasi ambiente. Sono facili da trasportare, hanno un design pratico e sono altamente maneggevoli per questo risultano una scelta pratica e funzionale anche per le abitazioni domestiche.

 

Come abbiamo visto scegliere un impianto di raffrescamento rappresenta una soluzione sostenibile, economica e vantaggiosa sotto molteplici aspetti. Ideale non solo per  ambienti come i capannoni, che necessitano sempre di aria fresca e pulita, ma anche per ambienti domestici. 

 

Se sei dunque interessato a installare un impianto di raffrescamento non esitare a contattarci, sapremo consigliarti nella scelta del modello più idoneo alle tue esigenze.